Ultime notizie

Home / news

Il Governo lavora ad un piano per il rilancio delle edicole

17 Marzo 2023

“Le risorse per gli edicolanti verranno confermate” ma d’ora in poi gli aiuti economici destinati a questa categoria saranno legati “ad attività innovative come i servizi di delivery”. Sono le parole del Sottosegretario all’Editoria Alberto Barachini, riprese oggi da diversi quotidiani all’indomani della conferenza stampa organizzata da SNAG in collaborazione con Confcommercio dal titolo “Garanzia d’informazione. Edicola c’è”.

“Una consegna porta a porta, sovvenzionata in parte appunto dai contributi, riavvicinerebbe ai quotidiani moltissime persone che oggi con la chiusura delle edicole sono state costrette ad interrompere le loro abitudini di lettura, incidendo in maniera non marginale sul calo delle copie”, ha affermato Barachini, secondo quanto riporta Il Messaggero.

“Sono convinto – è il messaggio del Sottosegretario – che dobbiamo sostenere le edicole e aiutarle a guardare avanti e ci stiamo lavorando”.

Citando “una fonte tecnica” che sta lavorando sul dossier, Il Messaggero cita tra le ipotesi al vaglio del quella di trasformare gli edicolanti in “distributori attivi”. Cioè in presidi sul territorio che si occupino di far arrivare le copie da vendere direttamente nei bar o in altri esercizi commerciali. Quante copie si venderebbero ogni giorno nelle case di cura per anziani? ci si domanda.

Come è emerso da un’indagine realizzata per conto di SNAG, e presentata durante la conferenza di stampa di ieri, la rete delle edicole è percepita come essenziale da una grande fetta della popolazione italiana: l’83% degli italiani ritiene infatti importante il valore dell’informazione veicolata per mezzo della carta stampata “in edicola”.

“Dobbiamo smettere di pensare alle edicole come un residuo del passato, come una sorta di “cabina telefonica” nell’epoca dei cellulari. Possiamo avere un futuro”, ha dichiarato il Presidente di SNAG, Andrea Innocenti sottolineando che grazie alle forme di sostegno pubblico di questi anni, l’emorragia delle edicole si è fortemente attenuata nonostante un contesto di mercato molto negativo”.

“Nel 2022 abbiamo ricevuto un sostegno costituito dal tax credit e dal bonus edicola. Un sostegno importante e fondamentale di cui dobbiamo ringraziare il Governo e il Parlamento perché questi aiuti hanno assicurato il mantenimento di una rete capillare sul territorio. Questi strumenti hanno funzionato ed è fondamentale conservarli e rafforzarli per il futuro”, ha aggiunto Innocenti. Anche perché, il 30% dei comuni italiani hanno un solo punto vendita e si tratta di Comuni a rischio desertificazione mentre un Comune su quattro non ha nemmeno un’edicola.

Rassicuarazioni sull'attenzione verso la salvaguardia delle edicole è arrivata anche da Federico Mollicone, Presidente della VII Commissione Cultura alla Camera, nel suo intervento durante la conferenza stampa organizzata da SNAG.

"Il settore editoriale - ha affermato Mollicone - vive una crisi strutturale, generata da profonde trasformazionitecnologiche e di mercato, di cui la transizione digitale è l’aspetto più evidente. La tutela di questo settore è fondamentale per le ricadute economiche e sociali, ma anche perché rappresenta il cardine del pluralismo democratico nel mondo dellacomunicazione.

Capitolo essenziale è quello relativo alla rete di vendita delle edicole, fondamentale salvaguardia del diritto dei cittadini a un’informazione libera e corretta, nonché importante presidio a tutela del pluralismo informativo. La pandemia ha colpito duramente le edicole italiane, rendendo necessaria una pluralità di interventi già nella scorsa legislatura. Interventi che - come il tax credit e il bonus edicole - vanno resi strutturali per sostenere il settore.

Governo e Parlamento stanno lavorando per tutelare e difendere l’editoria nazionale. È in fase di avviamento un percorso di verifica su una seconda fase di applicazione del PNRR, che preveda delle riforme a tutela del mercato editoriale e dell’industria culturale italiana. L’introduzione di tali norme del PNRR permetterebbe di rendere più efficace il sostegno nei confronti del settore editoriale.

La commissione VII, da me presieduta, ha iniziato un’indagine conoscitiva sull’impatto dell’innovazione - intesa come le transizioni gemelle, ecologica e digitale - sui settori di propria competenza, dove è compresa l’editoria. Abbiamo inserito fra gli audendi SNAG. La nostra attenzione è massima anche per la corretta applicazione delle normative europee sulla concorrenza sui servizi come le edicole. Le edicole sono un presidio culturale imprescindibile delle comunità e delle città, dove ricoprono un interesse generale".

Riportiamo il calendario fiscale realizzato dagli esperti di Confcommercio con evidenziati i prossimi appuntamenti con il fisco. Uno strumento utile ...
L’ondata di maltempo non dà tregua all’Emilia-Romagna. Sono 14 i fiumi esondati nella Regione e in una parte delle Marche e 24 i ...
Fondata da Antonio Gramsci, l’Unità nacque nel 1924 come organo ufficiale del Partito Comunista Italiano. L’anno prossimo si appresta dunque a ...
È partito ufficialmente lo scorso 23 aprile Il Maggio dei Libri, il rendez-vous con la lettura che abbraccia tutto il Paese e che è ...

SNAG - Sindacato Nazionale Autonomo Giornalai
Codice Fiscale 80108230154
Via San Vito, 24 - 20123 Milano
0286984413
0280298390
@ segreteria@snagnazionale.it

Seguici su: